go mountain

camoscio22-800.jpg

Non vi spiego nemmeno com’è nata quest’idea, ma sintetizzando si potrebbe dire che l’incipt mi è arrivato durante un momento di riflessione alcolica, non ricordo esattamente se dopo il terzo o il quarto cuba libre. Insomma un gran bell’inizio. Zaino, binocolo, borraccia, carta del Parco, macchina fotografica, manuali per riconoscere flora e fauna, sentieri, pendii dirupati, petraie di alta quota, vette tondeggianti, faggete, praterie di altitudine, genziane, giaggioli, asperule, muschi, api, farfalle, corsi d’acqua, cascatelle, rifugi, nuvole… due giorni nel silenzio dei miei pensieri, su per questa via di montagna che in fondo non porta da nessuna parte che non sia quello che vogliamo scoprire di noi stessi.

P.S. un grazie particolare a San Enrico da North Face*, protettore degli smemorati :))

*Si invoca brontolanto per almeno un’ora. A quel punto Egli apparirà, vestito solo di pinus nigra, imbracciando un costoso zaino tecnico, chiedendoti di cosa hai bisogno. Tu digli cosa hai dimenticato (a valle) e lui farà un salto a prenderla. Tornerà per l’ora di cena, se tutto va bene.

Annunci

~ di Vanessa su luglio 3, 2007.

Una Risposta to “go mountain”

  1. quale Parco?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: